A teatro con il Cut: il Centro Arcobaleno in scena con “Il Natale non manca mai”

Il Cut di Cassino torna ad animare anche quest’anno il Natale del Centro Arcobaleno di Caira con uno spettacolo ambientato il giorno della Vigilia tra desideri, lettere per Babbo Natale, piccole delusioni e tante risate. A salire sul palco venerdì 22 dicembre alle ore 15 saranno i giovani diversamente abili del centro ricreativo diurno impegnati da ottobre nel consueto laboratorio teatrale organizzato da Giorgio Mennoia, direttore artistico del Cut.

LA PERFORMANCELa rappresentazione di quest’anno vede gli ospiti del centro di Caira totalmente protagonisti dei sette sketch che si succedono nei due atti previsti, con un ritmo incalzante e divertente. Si chiude con “Il Natale non manca mai” il percorso durato circa tre mesi di scrittura creativa, recitazione e allestimento spettacolo seguito da Leda Panaccione, Paola Spallino e Teresa Recchia sotto la direzione di Giorgio Mennoia, nell’ambito del teatro sociale. «Lo spettacolo nasce dai racconti reali dei protagonisti che hanno condiviso con noi ricordi, esperienze ed aneddoti legati alle festività natalizie – spiega il direttore del Cut – e poi trasformati e rielaborati in chiave comica durante il laboratorio prendendo spunto dalla creatività dei ragazzi e dai riferimenti esterni più citati del mondo della tv».

IL CUT NEL SOCIALE – Reduci dallo spettacolo “dis-ABILITÀ IN SCENA. L’altra verità della fiaba di Cappuccetto Rosso diversamente raccontata” portato sul palcoscenico del Castello Orsini lo scorso 15 dicembre, torna il consueto appuntamento natalizio con la Cooperativa Arca, gestita da Mario Nardoianni, ormai giunto alla quinta edizione consecutiva. «Dopo la preziosa esperienza di Avezzano durante le Giornate Marsicane della Solidarietà continua l’impegno nel sociale del Cut – sottolinea il responsabile organizzativo Marco Mattei che vede nella recitazione uno strumento valido per la socializzazione, l’integrazione e la comunicazione, ed efficace nella prevenzione al disagio sociale e all’auto-isolamento».

Rispondi